top of page
  • Immagine del redattorebstrategiesexp

Le nuove normative "Strengthening Organic Enforcement" dell'USDA impattano l'industria del vino biologico

Le nuove normative "Strengthening Organic Enforcement" (SOE) dell'USDA, che entrate in vigore il 19 marzo 2024, mirano a rafforzare la supervisione e l'applicazione delle norme, con l'obiettivo di prevenire le frodi e migliorare la tracciabilità dei prodotti biologici. Queste normative richiedono certificazioni più rigorose per tutti i gestori della catena di approvvigionamento, inclusi importatori e distributori, e introducono l'uso di certificati di importazione elettronici per tutti i prodotti biologici in entrata negli Stati Uniti.


Il settore del vino biologico è particolarmente colpito da queste modifiche, che comportano un aumento significativo dei costi e della complessità delle procedure di certificazione. Le nuove regole richiedono che tutte le sostanze utilizzate nel processo di vinificazione, come il lievito commerciale, siano certificate come biologiche, e vietano l'aggiunta di solfiti, permettendo solo quelli naturalmente presenti. Questo ha causato preoccupazioni tra i produttori di vino biologico, molti dei quali si sentono sopraffatti dai nuovi requisiti.


Le critiche principali riguardano la complessità delle nuove normative e i costi associati. Molti piccoli produttori e importatori trovano difficile adeguarsi alle nuove regole, che richiedono investimenti significativi in termini di tempo e risorse. La confusione sulle esenzioni e sui nuovi requisiti di certificazione sta causando ulteriore frustrazione nel settore.


Tuttavia, le nuove regole sono viste come un passo necessario per proteggere l'integrità del marchio biologico USDA e aumentare la fiducia dei consumatori nei prodotti biologico. Rafforzando la tracciabilità e la supervisione, l'USDA spera di eliminare le frodi nel settore e garantire che solo i prodotti realmente biologici raggiungano i consumatori.


Le nuove normative influenzano tutti i prodotti di importazione, compresi quelli provenienti dall'Italia. I produttori italiani che esportano vini biologici negli Stati Uniti devono quindi adeguarsi a queste nuove normative per mantenere la loro certificazione e accesso al mercato americano.


Più Info su sito USDA




Bình luận


bottom of page